La toeletta dei bersaglieri al campo

Demetrio Cosola

(Saronsella di San Sebastiano Po, 1851 – Chivasso, 1895)

 

La toeletta dei bersaglieri al campo, 1880 - 1881

Olio su tela, 55 x 87,5 cm

Firmato?

 

Galleria d’Arte Moderna di Milano, inv. GAM 1512

Provenienza: Legato Virginia Treves Tedeschi, 1916.

 

Bibliografia:

Nicodemi - Bezzola, 1938, n. 571, p. 145; Caramel - Pirovano, 1975, n. 554, p. 44, tav. 552; Demetrio Cosola,1851 – 1895, p. 14, p. 39.

 

Esposizioni:

1881, Milano, Esposizione Nazionale di Belle Arti, n. 1442; Roma, 1932, Mostra del bersagliere nell’arte, n. 745; 2001, Chivasso, Demetrio Cosola, n. 13.

 

Artista formatosi presso l’Accademia Albertina di Torino e attivo principalmente come ritrattista della piccola borghesia locale di Chivasso e come paesaggista dai toni sereni e pacati, Cosola trovò il suo momento artistico forse più felice e inconsueto durante i tre anni di servizio presso i bersaglieri, corpo dell’esercito che ebbe una meritata fama nelle raffigurazioni pittoriche degli episodi risorgimentali. Durante questo periodo, nei primi anni ottanta dell’Ottocento, l’artista piemontese realizzò una serie di dipinti, ma anche numerosi studi grafici, pieni di vita e dal segno fresco e immediato, in cui utilizzava i suoi commilitoni come modelli, spesso in cambio del loro ritratto rapidamente schizzato. La Toeletta dei bersaglieri al campo è la più famosa e la più completa tra queste opere, essendo stata esposta alla Esposizione Nazionale di Belle Arti nel 1881, e pervenuta in seguito alla Galleria d’Arte Moderna. Vi sono raffigurati i compagni dell’artista in un momento di riposo sul campo, mentre, di fronte alle tende dei commilitoni, uno di loro si fa tagliare i capelli dal barbiere. La scena, dipinta con una libertà che era ancora più evidente negli schizzi a matita o nei piccoli quadri a olio su carta (alcuni dei quali esposti a Chivasso alla mostra per i 150 anni dalla nascita di Cosola, nel 2001), fa dunque da contraltare intimo e dimesso, improntato ad un sincero gusto per la vita militare, alle più note rappresentazioni dei bersaglieri, che ci sono state tramandate dai dipinti celebrativi e di battaglia di Lega, Cammarano e tanti altri.

 

(Alessandro Oldani)

 

Bibliografia estesa:

G. Nicodemi, M. Bezzola, La Galleria d’Arte Moderna. Le sculture, Milano, 1938.

L. Caramel, C. Pirovano, La Galleria d’Arte Moderna. Opere dell’Ottocento A-E, Milano 1975.

Demetrio Cosola,1851 - 1895, con testi di A. Mistrangelo, Milano, 2001 (catalogo della Mostra tenuta a Chivasso nel 2001).

 

Esposizioni (per esteso):

Demetrio Cosola, 1851 -1895, Chivasso, Palazzo Luigi Einaudi, 2001.