Il Parnaso

Villa Reale
Appiani Andrea (Milano 1754 - 1817)
1811
affresco
101x67

L’affresco, commissionato da Eugenio de Beauharnais, è l’ultima opera del maestro che firma e data il dipinto sulla cetra di Calliope. Con la Musica, sono raffigurate le altre otto Muse che in un lieto convivio attorniano Apollo Citaredo seduto davanti a una quinta arborea. Ispirato ai due precedenti illustri di Raffaello e di Mengs il Parnaso di Appiani fu suggerito dal grecista Luigi Lamberti. L’artista decora così il salone da pranzo della Villa Reale con un quadro riportato al centro del soffitto. Alla bellezza del tema classico, risolto nella naturalezza di una scena bucolica per “piacere all’animo e dare occupazione ai pensieri” si somma la straordinaria capacità pittorica di Appiani che realizza qui il suo ultimo capolavoro.

 

Legenda

Nella scheda sono presenti il nome e gli estremi biografici dell'autore, il titolo e la data o la datazione dell'opera.
In assenza di una data apposta dall'autore all'opera viene riportata la datazione critica, sia essa espressa da una data o da due estremi cronologici.
Seguono i dati relativi alla materia e in alcuni casi alla tecnica d'esecuzione.
Le misure sono espresse in cm. e sono sempre da intendersi altezza x larghezza x profondità.
Il simbolo Ø indica il diametro di un'opera di formato circolare.
Viene infine segnalata la modalità e, se presenti, la data di acquisizione dell'opera nelle raccolte museali seguita dal numero di inventario.